La Mostra di Arte Presepiale (XIII edizione Esposizione), allestita nel mese di dicembre fino alla festività dell’Epifania, è un’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale tifernate grazie alla collaborazione dell’Associazione Amici del Presepio di Napoli e della Collezione Silvio Bambini di Città di Castello.. Accanto agli hobbysti locali e umbri, tra cui alcuni di fama nazionale, sono presenti gli artisti di Napoli. ( NellaCattedrale – Basilica inferiore).

La mostra. Ospite d’onore nel 2012 sono i paesi che si affacciano sul Mediterraneo con una preziosa collezione privata, messa a disposizione da due amatori di San Giovanni Valdarno, Giuseppe D’Orsi e Pino Polcaro, sopraffini ricercatori di pezzi particolari che acquistano di persona tra mercati e mercatini, ad oggi, circa un migliaio da ogni parte del globo. Sarà presente inoltre uno stupendo presepe direttamente dal Museo di Gmund, graziosa cittadina austriaca con cui è previsto uno scambio culturale ed in particolare di arte presepiale. Dalla Campania tornano gli artigiani sorrentini, che, coordinati dal Maestro Marcello Aversa, porteranno a Città di Castello sei statue di musici risalenti al Settecento di inestimabile valore. Visto il successo riportato nelle precedenti edizioni, farà parte del percorso il coreografico allestimento dei due grandi presepi umbri in movimento, opera delle associazioni presepistiche di Penna in Teverina e Cascia, mentre è stato riconfermato anche quest’anno il circuito presepiale per le vie del centro storico di Città di Castello: luci accese quindi sui presepi della Società rionale Mattonata, del monastero delle Monache clarisse urbaniste con un magnifico diorama ma anche su quelli realizzati dalla parrocchia di Santa Maria Maggiore, nella chiesa di Santa Maria Nova, nel convento degli Zoccolanti, a San Martin D’Upò, o nel Santuario di Belvedere. Novità assoluta dell’edizione 2012 della Mostra, il presepe di cartapesta realizzato dal maestro Francesco Invidia di Francavilla, il più grande presepe esistente in Italia: con oltre 20 personaggi della grandezza di novanta centimetri. A sottolineare il legame tra Città di Castello e le realtà presepistiche più significative saranno presenti in città con il meglio delle loro creazioni, le associazioni provenienti da Avellino, Sorrento, Cividino, Martinengo, Novedrate, Aprilia e alcuni fra i più grandi artisti a livello nazionale tra cui Angela Tripi (Palermo), Lino Agnini (Nova-Vicenza, presente con un presepe a grandezza naturale), Antonio Pigozzi, Antonio Floris, Marco Bonechi, Romano Dini, Maurizio Bauce (Rovigo), Guido Raccagni (Cividino) e Alberto Cristini (Rovigo), Mirko Tazzioli. Da non perdere infine, la Mostra ospitata a palazzo del Podestà di uno dei più grandi artisti napoletani, Ulderico Pinfildi. L’associazione tifernate sarà presente con quindici opere nella sezione umbra, dove troveranno spazio altri cinquanta esemplari,  tra cui un originale saggio dell’artista tifernate Pietro Pecorari.

 

Dal  1 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013